Incontro fra le istituzioni per potenziare il trasporto scolastico in Valdichiana

Pubblicato il 25/01/2024

L’assessore ai Trasporti Spensierati raccoglie l’appello del coordinatore dei presidi Rossi: «lavoriamo insieme su un progetto di vallata»

L’assessore ai Trasporti del Comune di Cortona Silvia Spensierati risponde all’appello del coordinatore dei dirigenti scolastici della Valdichiana, Cristiano Rossi. A seguito di un confronto è scaturita la volontà di rafforzare le richieste di potenziamento del servizio di trasporto pubblico scolastico già espresse nei mesi scorsi.

La situazione attuale non prevede soluzioni efficienti per gli studenti delle scuole superiori che si muovono da una sponda all’altra della vallata. Salve le direttrici che muovono dal capoluogo di provincia, non è attualmente presente un servizio ad hoc per gli studenti che da un comune della Valdichiana decidono di spostarsi verso un territorio del comprensorio, anche limitrofo. 

«Alla luce del problema della dispersione scolastica e del dimensionamento degli istituti - dichiara l’assessore Spensierati - è fondamentale agire sul settore dei trasporti. Abbiamo già chiesto al gestore del servizio e all’assessore regionale competente di intervenire in questo senso. Da troppi anni i livelli di dispersione scolastica nella nostra provincia sono preoccupanti, nonostante gli sforzi dei dirigenti di migliorare l’offerta didattica dei loro istituti e di renderla più appetibile. C’è un problema a monte - dichiara Spensierati - se un giovane della Valdichiana vuole scegliere una scuola superiore di un comune vicino, oggi deve mettere in conto almeno due cambi e non meno di due ore al giorno per i suoi spostamenti. Quando parliamo di trasporti efficienti, non ci riferiamo solo a quelli per raggiungere le scuole, ma anche a quelli che servono per la vita sociale quotidiana dei nostri giovani e di tutta la cittadinanza. Come Amministrazione comunale vogliamo promuovere un incontro con i dirigenti scolastici e le altre amministrazioni della Valdichiana al fine di presentare un progetto al gestore dei trasporti, alla Provincia di Arezzo e alla Regione Toscana».

Ultimo agg.to: 21/01/2022