Romana Severini è cittadina onoraria di Cortona

Pubblicato il 25/11/2023

Sabato 25 novembre la cerimonia di conferimento della più importante onorificenza del Comune di Cortona alla figlia del grande artista

«Ho ricevuto tanto affetto dalla città di Cortona in questi anni e questo riconoscimento è un suggello davvero emozionante. Ho dei bellissimi ricordi ma voglio continuare ancora a collaborare con quella che ora è la mia città». Sono le parole pronunciate da Romana Severini questo sabato 25 novembre alla cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria. Votata all’unanimità dal Consiglio comunale di Cortona, la decisione segue l’importante contributo dato dalla figlia del grande artista alle attività culturali per i cittadini e per i visitatori della città.

A presentare la cerimonia è stato Pierangelo Mazzeschi, autore di numerose pubblicazioni di storia dell’arte, fra cui «La Via Crucis di Cortona» e curatore della mostra dedicata a Gino Severini al Meeting di Rimini del 2022. Durante la cerimonia è stato proiettato un frammento del documentario di Irene Pantaleo e Lia Polizzotti «Gino Severini. Bisogna far cantare i colori», realizzato in occasione dell’apertura delle nuove sale al Maec.

«Romana Severini, figlia dell’illustre artista Gino Severini, ha dato un grande contributo alla città di Cortona per l’arricchimento delle sale espositive al Maec dedicate al grande maestro - dichiara il sindaco di Cortona, Luciano Meoni - insieme a questo concreto contributo, Romana Severini partecipa attivamente alla vita culturale della città, grazie anche al Circolo culturale che prende il nome dal padre e che da anni omaggia il grande artista con mostre ed esposizioni volte a promuovere la pittura e le arti figurative».

«Un altro nome illustre si va ad aggiungere alla lista di cittadini onorari del Comune di Cortona - dichiara il presidente del Consiglio comunale, Nicola Carini - con Romana Severini la nostra città rende omaggio ad una persona che ha mantenuto un legame forte con questa comunità. È come se si chiudesse un cerchio fra la presenza del padre che promana dalle opere di cui ci ha omaggiato e il senso di appartenenza di Romana Severini a Cortona»

«Cortona, con questa cittadinanza onoraria, abbraccia la figlia di uno dei cortonesi più illustri - aggiunge l’assessore alla Cultura, Francesco Attesti - Il legame con Romana Severini è stato da sempre profondo e foriero di collaborazioni che sono sfociate nella donazione di vari oggetti ed opere del maestro. Inoltre, Romana Severini, al pari del padre, ha sempre considerato Cortona come la sua città, era quindi giusto tributarle questo riconoscimento. I grandi del passato non muoiono mai, ci guardano con occhi pieni di speranza e trasmettono il loro sapere fino ai nostri giorni, rendendo il mondo un luogo migliore in cui vivere».

Ultimo agg.to: 21/01/2022