Presentata la proposta di legge per le celebrazioni dei 5 secoli dalla morte di Luca Signorelli

Pubblicato il 12/07/2022

Risorse ministeriali e un Comitato nazionale per le celebrazioni del quinto centenario dalla morte di Luca Signorelli. È il contenuto della proposta di legge presentata a Cortona, frutto del lavoro del Presidente della 7a Commissione Cultura del Senato, Riccardo Nencini e del senatore Luca Briziarelli. Si tratta del primo passaggio in vista delle iniziative culturali che si terranno nel 2023 a Cortona e nei comuni che aderiscono al protocollo d’intesa firmato lo scorso settembre, ovvero Città della Pieve, Orvieto e Todi.

Il progetto di legge riguarda anche le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Pietro Perugino e vede un’ampia collaborazione fra i vari enti locali, la Regione Toscana, la Regione Umbria e il Gal Trasimeno Orvietano. La novità è stata presentata dal sindaco Luciano Meoni, dall’assessore alla Cultura Francesco Attesti, da Nicola Caldarone, presidente del Comitato tecnico scientifico del Maec, dai due parlamentari, all’incontro hanno partecipato il vice presidente del Consiglio regionale Marco Casucci e il presidente del Gal Trasimeno Orvietano, Gianni Moscetti.

La proposta di legge unifica i testi di tre Ddl (2422, 2526 e 2551) individuando una linea di finanziamento di oltre 2 milioni di euro per il biennio 2022-24 e prevede la costituzione di un Comitato nazionale. A questo organo spetterà l’elaborazione del programma culturale e le iniziative celebrative dedicate a Luca Signorelli. La legge prevede la realizzazione di progetti di approfondimento nelle scuole, interventi di restauro su opere, l’emissione di un francobollo celebrativo e attività di promozione turistica con mostre e rassegne con la collaborazione dei Ministeri di Cultura e Turismo e delle Regioni. Nel testo c’è anche la proposta per un concorso di idee per prodotti multimediali che raccontino vita e opere di Signorelli e Perugino.

Il sindaco Luciano Meoni ha così commentato: «Questo provvedimento rappresenta un passo concreto per le celebrazioni dedicate a Luca Signorelli. Un lavoro che è partito mesi or sono grazie anche alla collaborazione con gli altri Comuni e grazie all’ufficio Cultura della nostra amministrazione. Cortona, quale città natale del grande artista, vuole essere protagonista dell’evento celebrativo a livello nazionale e internazionale. Per questa iniziativa che auspico possa concretizzarsi al più presto, ringrazio i parlamentari qui presenti che dimostrano, al di là delle appartenenze, di lavorare per il bene della cultura e del nostro patrimonio artistico».

Per l’assessore alla Cultura, Francesco Attesti: «Cortona è pronta per celebrare uno dei suoi geniali artisti con una mostra davvero unica. Sono ormai due anni che stiamo preparando questo progetto espositivo e sono fermamente convinto che sapremo valorizzare la figura di Luca Signorelli come mai prima d’ora».

Secondo il presidente del Comitato tecnico scientifico del Maec Nicola Caldarone: «Proseguiamo il lavoro per programmare con professionalità i termini dell'intesa sottoscritta dal Comune di Cortona, di Città della Pieve, Orvieto e Todi allo scopo di rendere praticabile la collaborazione e la realizzazione di un programma di eventi finalizzati alla celebrazione del Signorelli e del Perugino con l'obiettivo di promuovere la valorizzazione dell'arte come elemento essenziale per la crescita culturale ed economica dell' Umbria e della Toscana. Inoltre è necessaria la formazione di gruppi di lavoro che provvedano alla definizione di laboratori didattici per le scuole, di pacchetti turistici comuni e verifichino la possibilità di realizzare una mostra itinerante virtuale allo scopo di valorizzare le singole realtà come parte di un tutto».

Per il presidente della 7^ Commissione Cultura del Senato, on. Riccardo Nencini: «Signorelli è uno dei più alti rappresentanti dell’arte pittorica italiana. La legge che porta il suo nome contribuirà a farlo conoscere e aiuterà il territorio che lo ha visto protagonista dal punto di vista economico e culturale».

Il senatore, on. Luca Briziarelli dichiara: «Sono felice di vedere realizzata un'iniziativa che mi ha visto impegnato insieme al Sindaco Meoni e all'Assessore Attesti fin dal marzo del 2020. Auspico che, in questo quadro, possa proseguire anche la collaborazione con i comuni interessati nelle celebrazioni del Perugino, così come immaginato nel settembre del 2021 nel corso della presentazione del progetto 'Insieme verso il 2023'  che ha portato alla sottoscrizione di un apposito protocollo tra il Gal Trasimeno Orvietano e i Comuni di Cortona, Città della Pieve, Orvieto e Todi. Ringrazio il collega Riccardo Nencini che da Toscano, ancora prima che da Presidente della Commissione Cultura, ha sposato e sostenuto l'iniziativa per l'approvazione di una specifica legge che prevede, oltre alla costituzione del Comitato Nazionale e l'individuazione di specifiche risorse».

Ultimo agg.to: 21/01/2022