«Pacem in terris», dal 2 al 10 luglio torna il Festival di Musica Sacra

Pubblicato il 20/06/2022

Dal 2 al 10 luglio prossimo la città di Cortona ospiterà, come ogni anno, il Festival di Musica Sacra giunto quest’anno alla XIX edizione, con la direzione artistica di Mons. Marco Frisina. L’iniziativa gode del sostegno e del patrocinio dell’Amministrazione comunale, il programma è stato presentato dal sindaco di Cortona Luciano Meoni e dagli organizzatori Walter Checcarelli e Marcello Bronzetti, rispettivamente presidente e vice presidente, dell’associazione Cortona Cristiana.

Pace sarà il tema che accompagnerà i vari momenti musicali. Viva la presenza di Franco Battiato, attraverso il ricordo di Giovanni Caccamo e Juri Camisasca intimamente legati al grande artista siciliano; quella di Charles de Foucauld “Il fratello universale”, da poco canonizzato da Papa Francesco, testimone di pace attraverso il dialogo interreligioso con tutti i popoli e infine, l’inno “Pacem in terris” dell’enciclica di San Giovanni XXIII imponente invocazione per la fine di ogni guerra.

Ecco il programma:

“Parola” il nuovo album del cantautore siciliano Giovanni Caccamo darà il via al Teatro Signorelli la sera di sabato 2 luglio ore 21.00: un dialogo tra prosa, poesia e canzone, nel quale Caccamo assume un originale ruolo di «testimone e ponte di storie», un appartamento con sette stanze, in cui Caccamo ci invita a entrare e curiosare. 

Domenica 3 luglio ore 10.30, all’Eremo delle Celle, la Santa Messa di inaugurazione del Festival.

Domenica 3 luglio ore 21.00, nel chiostro di Sant’Agostino il trio Hubay composto da Stefano Rondoni al violino, Elena Casagrande al violino, Ermanno Vallini al violoncello, alle ore 21 proporranno al pubblico il concerto “Sonate per la pace”.

Lunedì 4 luglio ore 21.00, nel Duomo di Cortona un raffinato concerto per violino, oboe, organo e contrabbasso dal titolo “Ragione e sentimento nel secolo dei lumi”. Un cammino di ricerca spirituale nella musica strumentale del Settecento.

Martedì 5 luglio ore 21.00, omaggio a Giancarlo Ristori, fondatore e presidente dell’Associazione per il recupero e la valorizzazione degli organi storici della città di Cortona. La Chiesa di San Filippo ospiterà il concerto d’organo dal titolo “Il suono della rinascita” con Massimiliano Rossi alla tastiera del prestigioso strumento recuperato, fra gli altri, dall’opera di Giancarlo Ristori, con un ricordo del Dott. Mario Aimi.

Protagonista della serata di mercoledì 6 luglio ore 21.00 presso l’Auditorium di Sant’Agostino, il “sacerdote” del suono, Juri Camisasca. Con “Adunanza mistica” proporrà un viaggio nella musica, nella spiritualità e nella ricerca interiore in una collaborazione con un gruppo di musicisti che hanno sempre fatto della musica un veicolo dello spirito. Amico fraterno di Franco Battiato con cui strinse un lungo sodalizio artistico.

Giovedì 7 luglio ore 21.00, nel Chiostro di Sant’Agostino, Daniele Di Bonaventura ritorna a Cortona dopo il grande successo del concerto sul Laudario insieme a Paolo Fresu e Armoniosoincanto, per dare vita a “L’Armonium dei poveri”, lo strumento che l’ha reso famoso: il Bandoneon.

Venerdì 8 luglio ore 21.00, nell’Auditorium di Sant’Agostino, un classico del Festival di Musica Sacra, l’oratorio di Marcello Bronzetti “come un Viaggiatore nella Notte”, incentrato sulla vita di San Charles de Foucauld, con il coro e l’orchestra Fideles et Amati diretti da Tina Vasaturo.

Sabato 9 luglio, sempre a Sant’Agostino, il grande concerto di chiusura del Festival “Pacem in terris” con la direzione di Mons. Marco Frisina, il coro della Diocesi di Roma e l’orchestra Fideles et Amati. Una imponente invocazione alla Pace della musica che eleva ogni uomo

Domenica 10 luglio ore 11.00, nel Duomo di Cortona la Santa Messa a chiusura del XIX Festival di Musica Sacra.

Ultimo agg.to: 21/01/2022