Due giorni per parlare di «Scienza come conoscenza», il festival del sapere

Pubblicato il 30/05/2022

Due giorni con il «Festival della scienza come conoscenza», il 3 e 4 giugno al Centro convegni Sant’Agostino di Cortona si svolgerà il summit fra esperti interdisciplinari. Grazie all’associazione «Amici di Francesca» con Franco Cosmi e alla supervisione scientifica di Silvio Garattini presidente dell’istituto Mario Negri, nasce un’occasione di scambio e condivisione su temi come: sociologia, diritto, linguaggio, salute e comunicazione. Il festival si aprirà venerdì 3 giugno alle 15 con gli interventi degli organizzatori, i saluti delle autorità e dei partner, oltre che delle associazioni del terzo settore.

A seguire si aprirà il primo panel dedicato al tema «La scienza e la cultura nella Costituzione» con l’intervento di Renato Balduzzi, giurista, professore ordinario di Diritto costituzionale , già ministro della Salute. Il primo pomeriggio del festival prosegue con «Scienza ed Etica» e la relazione di Lorenzo D’Avack, presidente del Comitato nazionale per la Bioetica. Il tema «Scienza e Scuola» vedrà invece l’intervento di Andrea Gavosto, economista e docente all’Università di Udine. Spazio anche alla tavola rotonda sulla «Metodologia scientifica», con il coordinamento di Nicola Magrini, direttore dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) e la partecipazione di Rita Banzi, Roberto Latini, Aldo Maggioni, Luigi Tavazzi, Gianni Tognoni. Chiude la prima giornata l’intervento di Aldo Maggioni su «Il libro scientifico».

Sabato 4 giugno il «Festival della Scienza come Conoscenza» si apre alle 9,30 con il primo panel su «La comunicazione scientifica» con Giuseppe Di Pasquale e poi con Massimo Florio, docente di economia pubblica su «Scienza fra pubblico, no profit e privato». Sarà l’economista Alberto Quadro Curzio ad affrontare il terzo argomento «Scienza, tecnologia ed economia», quindi toccherà a Sandra Zampa, responsabile comunicazione e relazioni internazionali del Ministero della Salute, intervenire su «Scienza e politica». La conclusione dei lavori è affidata alla tavola rotonda coordinata da Marco Bobbio su «La scienza incontra altri saperi» con Francesco Alberoni, Flavio Barbaro, Monsignor Italo Castellani, Vincenzo Crupi, Paolo Verdecchia e Roberta Villa.

«Questo festival è un segnale che vogliamo dare per far divulgare le logiche che regolano la conoscenza scientifica - ha spiegato nel suo video intervento Silvio Garattini, presidente dell’istituto Mario Negri - qualsiasi cosa che si faccia in scienza deve poter essere riprodotta anche con altri esperimenti, è così che si può convalidare questo tipo di conoscenza ed è questo che la distingue da altri tipi di approccio».

«E’ un convegno dedicato alla cittadinanza che vuole avvicinare i tempi scientifici alla popolazione, non è un’iniziativa dedicata semplicemente agli addetti ai lavori - ha dichiarato Franco Cosmi, presidente dell’associazione Amici di Francesca - vogliamo che la gente comune conosca i principi che regolano il metodo scientifico della ricerca».

«Un nuovo appuntamento che porta a Cortona nomi di grande rilievo nel panorama dell’economia, della comunicazione e della scienza - dichiara il sindaco Luciano Meoni - ringraziamo gli organizzatori quindi gli Amici di Francesca e l’istituto Mario Negri, è una prima edizione ma sento che c’è già l’intenzione di realizzare una rassegna annuale e questo andrà sicuramente a beneficio della nostra città».

Ultimo agg.to: 21/01/2022