Cortona, Papaleo e Paradivino protagonisti del secondo appuntamento della stagione teatrale

Pubblicato il 16/12/2021

Ultime disponibilità di biglietti per «Peachum - Un’opera da tre soldi», lunedì 20 dicembre al Teatro Signorelli 

 

 

 

Dopo la riapertura da tutto esaurito con Silvio Orlando, al Teatro Signorelli si annuncia un’altra serata da sold-out. Restano infatti pochi biglietti disponibili per «Peachum - un’opera da tre soldi», lunedì 20 dicembre al Teatro Signorelli di Cortona.

 

Fausto Paravidino è l’autore di un nuovo spettacolo dedicato all’antieroe Peachum, il re dei mendicanti dell’Opera da Tre Soldi di Bertolt Brecht. «Peachum è una figura del nostro tempo più ancora che del tempo di Brecht» sostiene Paravidino. «Dipende dal denaro senza neanche prendersi la briga di esserne appassionato. Non è avido. Non ambisce a governare il denaro, è governato dal denaro»

 

«In questa nuova Opera da tre soldi detta Peachum» scrive Paravidino «succede quello che succede nell’Opera di Gay, nel Sogno di una notte di mezza estate, in Otello e in moltissime fiabe. Perché occuparci ancora dell’Opera da tre soldi? Perché c’è qualcosa in questo classico degli anni Venti che è invecchiato (bene) e qualcosa che non è invecchiato per niente.

 

A un padre portano via la figlia. Il padre la rivuole. Brecht ci dice che la rivuole perché gli hanno toccato la proprietà. Non altro. Le avventure e disavventure che l’eroe dei miserabili incontrerà nello sforzo di riprendersi la figlia saranno un viaggio, un mondo fatto di miserie: la miseria dei poveri, la miseria di chi si vuole arricchire, la miseria di chi ha paura di diventare povero». Rocco Papaleo e Fausto Paravidino, alla loro prima collaborazione teatrale, interpretano questa nuova epopea al rovescio.

Ultimo agg.to: 21/01/2022