Cortonantiquaria, gran finale da tutto esaurito con Zahi Hawass

Pubblicato il 03/09/2021

«Cortona è la città italiana che amo di più e qui in futuro voglio avviare nuove collaborazioni con il museo, proprio in questi giorni stiamo lavorando a degli importanti scavi in Egitto». Con queste parole Zahi Hawass è intervenuto alla conferenza stampa organizzata stamani a Cortona. Il sindaco Luciano Meoni ha dato il proprio benvenuto al famoso egittologo, accompagnato da Italo Marri, presidente dell’associazione culturale Isola del libro Trasimeno. Soddisfatto delle prospettive di Hawass anche l’assessore alla Cultura Francesco Attesti che ha apprezzato l’intenzione di organizzare una mostra con alcuni dei reperti di cui Hawass parlerà domenica nel corso dell’evento pubblico. Un appuntamento da tutto esaurito quello al Teatro Signorelli, con i limiti del distanziamento in virtù delle normative vigenti, per l’incontro con Hawass non ci sono più posti disponibili. La conferenza verterà sugli ultimi ritrovamenti della Città d'oro in Egitto, con lui sul palco ci sarà il noto documentarista Brando Quilici.
 
Hawass con la sua squadra è autore della scoperta di un grande insediamento urbano: una città di quasi 3.000 anni fa sulla sponda ovest del Nilo nella zona di Luxor, nel sud dell'Egitto, rimasta sepolta fino a oggi. Fra i resti sono ben visibili anche tracce di attività artigianali come la panetteria, e industriali come la tessitura, la produzione di vetro e oggetti per la decorazione di tombe. 
Questa serata a Cortona è l’evento più importante organizzato da Isola del libro Trasimeno, festival giunto alla sua nona edizione.

Ultimo agg.to: 2021-05-19 18:29:22