Premio Cortonantiquaria al neurochirurgo Francesco Di Meco

Pubblicato il 17/08/2021

Il Premio viene conferito al neurochirurgo Francesco di Meco per il prestigio riconosciuto a livello internazionale, per l'impegno profuso nella divulgazione scientifica a Cortona e per la vicinanza alla sua gente.
 
Lo scienziato di fama internazionale ricopre il prestigioso incarico di direttore del Dipartimento di Neurochirurgia  all’Istituto  Carlo Besta di Milano ed è docente ordinario di Neurochirurgia all’Università di Milano, oltre che professore al Dipartimento di Neurochirurgia  a  Baltimora  (USA).
«Da alcuni anni il professor Di Meco vive a Cortona dove ha stabilito un forte legame con la comunità locale - dichiara il sindaco Luciano Meoni -. Qui è stato protagonista di iniziative di divulgazione scientifica ed ha avuto modo di intessere un legame di fiducia e stima con le persone che si sono rivolte a lui. Per questa ragione e per il valore delle qualità umane e professionali del professor Francesco Di Meco, va a lui il Premio Cortonantiquaria 2021».
 
La serata di premiazione si terrà domenica 29 agosto al Centro Convegni Sant’Agostino e vedrà la partecipazione di Sofia Adinolfi con un intermezzo musicale sulle note di Beethoven e Rachmaninoff. Durante la cerimonia sarà presentata la mostra «Dialogo fra Severini e Guttuso sotto l’egida di Beato Angelico e di Luca Signorelli: due figure di Donna a confronto tra sacro e profano» a cura di Liletta Fornasari alla presenza di Daria Ubaldi che ha concesso le opere al Comune di Cortona.
 
Fra le altre informazioni dal curriculum del professor Di Meco va ricordato come il dipartimento da lui diretto al Besta di Milano sia struttura leader in Italia e in Europa nel trattamento dei tumori cerebrali. Di Meco è inoltre co-chairman della sottocommissione Europa del Comitato Esecutivo della Sezione Congiunta sui Tumori delle due Società Americane di neurochirurgia (AANS/CNS) e membro delle Commissioni di Neuro-oncologia sia della Società Europea di Neurochirurgia (EANS) che della Federazione Mondiale di Neurochirurgia (WFNS). Il professore porta avanti sia l’attività clinica che quella di ricerca pubblicando numerosi articoli scientifici. Fa parte del board editoriale della rivista statunitense Journal of Neuro-oncology ed è reviewer di varie riviste internazionali. Di Meco è autore di numerose pubblicazioni scientifiche e anche di narrativa come «Una vita per la Chirurgia - Dal presente al futuro» (Ed. Vallardi).
 
Nell’albo d’oro del Premio Cortonantiquaria, dal 2001 anno della sua indizione, compaiono i nomi di Mario Monicelli, Nicola Arigliano, Philippe Daverio, Renato Balestra, Inge Feltrinelli, Ferruccio Ferragamo, Zahi Hawass, Paolo Fresu, Tonino Lamborghini e Romana Severini. In tre occasioni, 2017, 2019 e 2020, il riconoscimento è andato ad alcune istituzioni, rispettivamente alla Scuola Normale di Pisa, all’Università della Georgia e l’anno scorso alle autorità sanitarie e alle associazioni di volontariato impegnate nella lotta al Covid19. La serata di gala sarà presentata dal giornalista Alessandro Maurilli.

Ultimo agg.to: 2021-05-19 18:29:22