L’impatto di Covid19 sul turismo in Valdichiana nel 2020: flessione sì, ma meglio della media toscana

Pubblicato il 17/07/2021

Nel mezzo di un’estate ancora piena di incognite, l’Ambito turistico della Valdichiana Aretina si è riunito per analizzare i dati dei flussi del 2020. Si tratta delle presenze e degli arrivi registrati dalla Regione Toscana nei sette comuni di cui Cortona è capofila, ovvero Castiglion Fiorentino, Civitella, Foiano, Lucignano, Marciano, Monte San Savino, insieme alla città etrusca.
Lo scenario ricalca le tendenze di tutta la Toscana: arrivi e presenze nel confronto 2020-2019 si sono pressoché dimezzati, ma la Valdichiana Aretina ha saputo reagire meglio anche rispetto alla media regionale: «il 2020 ha chiuso con un calo sia di arrivi sia di presenze turistiche (-48,7% rispetto al 2019), che tuttavia è stato leggermente migliore di quello regionale (-54,5% di presenze in Toscana). Nonostante questo il 2020 ha continuato a registrare una crescita dell'offerta ricettiva del territorio (+13 esercizi e +174 posti letto), grazie all'ampliamento dell'ospitalità di tipo extralberghiero», si legge nel report del Centro studi turistici. 
Le limitazioni agli spostamenti e la chiusura di molte frontiere hanno frenato soprattutto l'arrivo dei viaggiatori internazionali: nell'arco dei dodici mesi si è perso il 71,9% della domanda straniera, con variazioni molto pesanti per le provenienze del lungo raggio. Le variazioni comune per comune differiscono sulla base della presenza, più o meno sviluppata, di strutture alberghiere, quelle che hanno subito di più l’impatto di Covid19. «Il comparto alberghiero ha sofferto maggiormente (-64,2%), ma altrettanto negativi sono stati i risultati conseguiti dalle strutture extralberghiere (-38,5%); tali risultati hanno ovviamente condizionato anche i tassi di occupazione delle strutture, con una perdita complessiva di oltre 7 punti», spiega il report.
Altro fattore che ha contribuito a arginare le perdite è quello della capacità di attrazione del turismo nostrano. I dati riferiscono di un aumento delle presenze di toscani (dal 3,8 al 7,1%), di provenienze da altre regioni italiane (dal 24,9% al 53,8%), mentre dall’estero la flessione è stata dal 71,3 al 39,1%.
«Auspichiamo che questa stagione riesca ad andare meglio del 2020 - dichiara l’assessore al Turismo, Francesco Attesti - ancora non siamo fuori dalla pandemia, come Amministrazione comunale di Cortona, non appena è stato possibile, abbiamo aperto musei, inaugurato mostre, altri eventi sono in partenza in questa fase di metà estate fino al picco che registreremo durante Cortonantiquaria».
«Secondo le statistiche regionali relative alla stagione 2020 - conclude il report del Centro studi turistici - l'offerta ricettiva dell'Ambito Valdichiana Aretina è composta da un totale di 519 strutture e oltre 7 mila posti letto; la domanda turistica ha visto 55 mila arrivi e poco più di 196 mila presenze, la permanenza media si è attestata sulle 3,6 notti». 

Ultimo agg.to: 2021-05-19 18:29:22