Accensione luminarie e albero di Natale. Domenica video mapping in occasione della riapertura dei negozi

Pubblicato il 03/12/2020

Con l'arrivo dell'«arancione» Cortona accende le luci di Natale, ultimi ritocchi all'albero di piazza della Repubblica e alle decorazioni che abbelliscono il centro storico. Per il momento non ci sono eventi in calendario, la situazione pandemica rende irrealizzabile qualsiasi tipo di appuntamento pubblico. Tuttavia l'amministrazione comunale segue da vicino l'evolversi della situazione ed è pronta a mettere in programma piccole iniziative in grado di rispettare le normative anti contagio.
Da questa domenica, con l'atteso passaggio ad area arancione, il Comune di Cortona ha previsto l'accensione delle luminarie e delle luci dell'albero di Natale. Fra le novità attese in questi giorni c'è quella della riapertura dei negozi, tante attività costrette alla sospensione possono tornare ad accendere le vetrine e a vendere direttamente ai loro clienti. E' ancora il momento della massima prudenza, ma al tempo stesso l'amministrazione comunale non ha voluto dimenticare l'importanza di creare l'atmosfera tipica di questo periodo.
Già da domenica nelle facciate dei palazzi del centro storico saranno visibili gli effetti dei video mapping. Per il momento niente altro è possibile, ma l'auspicio è che le attività commerciali del territorio possano tornare gradualmente alla normalità. «Ci dobbiamo muovere con prudenza – dichiara il sindaco Luciano Meoni – perché da una parte dobbiamo evitare che l'allentamento delle misure restrittive crei le condizioni per una terza ondata, ma dall'altra questo è un momento fondamentale per le attività del nostro territorio, l'appello non può che essere quello al senso di responsabilità e al rispetto delle regole. Noi, insieme al vice sindaco Francesco Attesti, all'Ufficio Cultura e a Cortona Sviluppo, abbiamo previsto gli ingredienti di base affinché si respiri l'atmosfera di festa, ma siamo profondamente consapevoli delle difficoltà che stiamo attraversando e la priorità va data al rispetto e alla tutela della salute».

Ultimo agg.to: 2021-03-14 17:29:10