Malfunzionamento telefonia: esposto del difensore civico regionale e del comune di Cortona ad Agcom

Pubblicato il 05/02/2020

Risolvere in tempi brevi la situazione dei collegamenti telefonici in alcune zone del territorio cortonese, dove permane l’assenza del segnale di telefonia mobile, in particolare nelle aree di Pergo, Mercatale, Montanare, Montalla e nell’intero comprensorio della montagna. E’ l’obiettivo dell’incontro tra il sindaco di Cortona, Luciano Meoni, e il difensore civico regionale, Sandro Vannini, che si è svolto nel palazzo comunale cortonese. L’incontro era stato più volte sollecitato dal consigliere regionale Marco Casucci e dai gruppi consiliari di maggioranza, il quali si erano fatti portavoce delle segnalazioni ricevute dal sindaco e dagli abitanti del luogo. Coloro che intendono avvalersi dei servizi di telefonia mobile, si trovano, infatti, di fronte all’impossibilità di comunicare, restando esclusi  dall’erogazione di un servizio che dovrebbe essere garantito.
«L’assenza del segnale di telefonia mobile - dichiara il sindaco di Cortona, Luciano Meoni - rappresenta un impedimento che non può essere tollerabile, soprattutto per le conseguenze, anche gravi, che essa può determinare. Il comune di Cortona, con il supporto del consigliere regionale Marco Casucci, si sta impegnando per garantire la copertura di quelle aree non raggiunte dal segnale. Un primo intervento ha riguardato l’installazione di una rete mobile Wi-fi, in grado di assicurare una parziale copertura della zona e che è servita a dare una risposta preliminare alla mancanza dei collegamenti. Ma non può bastare».
Dal canto suo, il difensore civico regionale, Sandro Vannini, presenterà un esposto ufficiale ad Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) per la verifica del segnale di telefonia fissa e mobile nella zona della città di Cortona.
«Non è accettabile che un territorio ad altissima vocazione turistica e anche ampiamente popoloso – dichiara Vannini – sia penalizzato da questo disservizio che crea disagio nella vita quotidiana dei cittadini e limita, in termini turistici e commerciali, le attività imprenditoriali del territorio. Ricordo – conclude Vannini – che i cittadini possono anche richiedere indennizzi intraprendendo un’azione di conciliazione presso il Corecom della Toscana per tariffazioni non corrette. Con il  sindaco Luciano Meoni, il comune di Cortona e il consigliere regionale Marco Casucci, che si è molto interessato, faremo di tutto per risolvere il disagio».

Ultimo agg.to: 2021-04-14 15:39:38