Integrars progetto sorprendente per successo e spessore culturale e sociale Il Sindaco Francesca Basanieri: “Una vera rivoluzione che abbiamo sposato con convinzione e che oggi, senza dubbio, mi sento di sostenere con ancora più convinzione. Esperienza da far crescere

Pubblicato il 28/05/2018

INTEGRARS Festival di teatro della Città di Cortona
 
 

Integrars progetto sorprendente per successo e spessore culturale e sociale
Il Sindaco Francesca Basanieri: “Una vera rivoluzione che abbiamo sposato con convinzione e che oggi, senza dubbio, mi sento di sostenere con ancora più convinzione. Esperienza da far crescere”

 
 
Dopo tre giorni di emozioni, performance di alto livello, divertimento e partecipazione si è chiusa la prima edizione del Festival IntregrArs della Città di Cortona ideato, promosso ed organizzato dalla Polisportiva CAM, con il patrocinio del Comune di  Cortona, della Provincia di Arezzo, della USL Toscana Sud-Est, Fondazione Nicodemo Settembrini, Amici di Vada, Associazione Autismo Arezzo ed il sostegno di Banca Popolare di Cortona, MB Elettronica, Safimet, Euroauto.
Un progetto che già in questa fase primordiale ha evidenziato straordinarie potenzialità sia sotto il profilo strettamente artistico e spettacolare ma soprattutto per l’impatto sociale, educativo ed emotivo che è stato in grado di esprimere.
Il Festival integrArs nasce dall’esperienza dei laboratori di teatro integrato svolti con i ragazzi del Cam, istituto che da oltre cinquanta anni opera nell’assistenza e nel sostengo alle persone disabili .
L’entusiasmo, la passione, la ricerca incessante di nuove forme di comunicazione, di nuovi  linguaggi  ha  fatto nascere l’esigenza di portare al di fuori dei nostri laboratori l’esperienza che vivevamo per poterla condividere con il “mondo esterno”.
 
“Un successo straordinario, dichiara il Sindaco di Cortona Francesca Basanieri. Dobbiamo dare atto alla famiglia Caprai, che da sempre gestisce l’Istituto CAM ed allo staff dello stesso istituto su tutti Maria Rosaria Stigliano che ha ideato il festival, di aver creduto su questa formula semplice e sorprendente che ha reso Cortona ancora più ricca e bella. Ci ha dato una nuova prospettiva di ciò che è la nostra comunità. Abbiamo incontrato persone fantastiche da tutta Italia e ci siamo emozionati per la forza e la normalità di tutti i partecipanti. Una vera rivoluzione che abbiamo sposato con convinzione e che oggi, senza dubbio, mi sento di sostenere con ancora più convinzione.
Soprattutto, conclude Francesca Basanieri, desidero ringraziare a nome di tutta la comunità cortonese l’organizzazione del CAM per averci dato questa opportunità, una vera ventata di speranza e di ottimismo che ci ha travolto.”
 
Il Festival ha avuto, come stabilito, anche dei vincitori.
Miglior spettacolo ex aequo L’ALLEGRA BRIGATA DEL CAM  con “Meravigliarsi” e ALTRARTE DI CORREGGIO con “Il campo dei Miracoli”, che ha ricevuto anche il premio per la miglior regia.
Miglior interpretazione non protagonista ANNALISA FRASCARI della compagnia magnifico TEATRINO ERRANTE DI BOLOGNA, miglior attore ELIO MELONI della compagnia TEATRO BUFFO DI ROMA, miglior attrice JESSICA ARISTARCHI della COMPAGNIA TEATRALE STRABILIA DI MONTE SAN SAVINO che ha anche vinto il premio del gradimento del pubblico.
Un plauso speciale alle scuole dell’infanzia di Pergo e Mercatale, Terontola e agli studenti dell’Istituto Superiore Severini di Cortona, ai bambini dello spazio Compiti della Coop. Athena che hanno partecipato con passione a tutto il festival esibendosi e divertendosi.
La conclusione sul palco del teatro Signorelli è stata affidata ad uno straordinario Paolo Ruffini che si è dimostrato grande professionista e persona sensibile ed impegnata sui temi della difesa dei diritti della diversità.

Ultimo agg.to: 2021-04-14 15:39:38