Rolando Monti – Dieci opere donate al Comune di Cortona Una grande mostra che arricchisce il patrimonio del MAEC Sabato 3 giugno l’inaugurazione Salone Mediceo Palazzo Casali ore 16,30

Pubblicato il 31/05/2017

Rolando Monti – Dieci opere donate al Comune di Cortona
Una grande mostra che arricchisce il patrimonio del MAEC Sabato 3 giugno l’inaugurazione Salone Mediceo Palazzo Casali ore 16,30
 
 
Grazie ad un’iniziativa del Lions Club Cortona Corito Clanis sabato 3 giugno si aprirà una straordinaria mostra, che rimarrà visitabile fino al 17 giugno, di dieci opere del pittore cortonese Rolando Monti, donate al Comune di Cortona.
 
Nato a Cortona nel 1906 e scomparso nel 1991, Rolando Monti si trasferisce nel 1923 da Cortona a Rapallo, luogo di soggiorno di intellettuali e artisti, che inciderà profondamente sulla sua formazione.
E’ considerato uno dei protagonisti della scuola pittorica tonale romana.
Nel 1924 si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove è allievo di Carena.Nel 1928 è a Roma; entra in contatto con Oppo che lo invita alla I Sindacale del 1929 e nel 1931 alla I Quadriennale. In questa occasione, introdotto da Carena, conosce Cavalli e Capogrossi, con cui stringe una profonda amicizia e con cui condivide l’interesse per la pittura tonale di ambito romano, basata essenzialmente sui rapporti cromatici senza l’ausilio del disegno. Dal 1948 espone alla Biennale di Venezia, dove è presente fino al 1954.
A partire dal 1954 realizza complessi cicli di vetrate a Roma, Cagliari, Catania e Torino. Dopo una fase fauve e neocubista, approda definitivamente a una pittura astratta, materica e gestuale. Dal 1964 la sua produzione è caratterizzata da opere astratto-geometriche, esposte per la prima volta alla Galleria Il Cerchio con la presentazione di Argan, Gatt, Tempesti e Ponente. Negli anni Settanta prosegue la sua attività artistica con opere che introducono la tridimensionalità attraverso la sovrapposizione di due piani pittorici. Nel 1974 alla XIX edizione del Premio Termoli gli viene dedicata una mostra antologica cui segue nel 1982 una vasta retrospettiva all’Ente Premi
 
L’esposizione è stata curata da Carla Michelli e rappresenta una vera riscoperta di un maestro cortonese e  un important e arricchimento per il patrimonio del Maec.
La cerimonia d’inaugurazione è in programma per sabato 3 giugno 2017 alle ore 16,30 nel salone Mediceo di Palazzo Casali.
Interverranno: il 1^ vice Governatore Lions del Distretto 108La Toscana  Fabrizio Ungarett, la presidente del Lions Club Cortona Corito Clanis Donatella Grifo, l’Assessore alla Cultura del Comune di Cortona Albano Ricci, il Vice Lucumone dell’Accademia Etrusca Paolo Bruschetti, il Presidente della Banca Popolare di Cortona Giulio Burbi, il Consigliere del Lions Club Cortona Corito Clanis curatrice della mostra Carla Michelli.
Il restauro è stato curato da Luciana Bernardini e Beatrice Cenci
Il catalogo è edito da F & C edizioni, le fotografie del catalogo sono di Mauro Coen e Gaetano Poccetti 
La mostra  è realizzata dal Lions Club Cortona Corito Clanis con il sostegno di Banca Popolare di Cortona e Accademia Etrusca,  con il patrocinio del Comune di Cortona e l collaborazione dell’Accademia Nazionale di San Luca.
 
 
 

Ultimo agg.to: 2021-03-14 17:29:10