Progetto Non Solo Pane - “ABCD,ARTE, BELLEZZA, CULTURA E DIRITTI” Esperienza per riflettere sulla disabilitŕ e su Beni culturali a Palazzo Casali

Pubblicato il 24/11/2016

Progetto Non Solo Pane  -  “ABCD,ARTE, BELLEZZA, CULTURA E DIRITTI”
Esperienza per riflettere sulla disabilità e su Beni culturali  a Palazzo Casali
 
“ABCD.ARTE, BELLEZZA, CULTURA E DIRITTI” è uno dei 12 Progetti finanziati a livello Nazionale dal MIUR per promuovere il binomio “Scuola e patrimonio culturale For All”, attraverso la rete di soggetti del settore Istruzione, Istruzione Superiore, Mondo del lavoro – I Musei, Enti locali, Associazioni.
L'intento è di presentare un’occasione per riflettere sulla disabilità e sui Beni culturali, ma anche sulle modalità di integrazione e didattica nella scuola; un tema che sta a cuore all'ufficio accoglienza studenti disabili e servizi DSA dell’Università degli Studi di Siena.
Sono coinvolti in prima persona studenti delle scuole medie superiori, in questo caso dell’Istituto d’Istruzione Superiore Luca Signorelli di Cortona.
I ragazzi, ricevuta una formazione sui concetti interdisciplinari di inclusione e di progettazione accessibile da parte di esperti dell'ateneo e delle strutture museali in codocenza con gli insegnanti della scuola, faranno da guida agli altri alunni e ai cittadini che volessero visitare la mostra.
 
La percezione tattile dei manufatti riprodotti con modelli, calchi e anche attraverso le tecniche dell'archeologia sperimentale (materie prime, manufatti in pietra vasi per derrate, falcetti per l’agricoltura, macine per farina), permetterà di comprendere non solo la forma ma anche la tecnica di realizzazione e i materiali utilizzati, tramite una conoscenza diretta costruita sull’analisi scientifica delle evidenze archeologiche, giungendo così, con le informazioni storiche fornite dagli archeologi, a ricostruire parte della vita delle antiche popolazioni..
 Il confronto con alcune specie vegetali coltivate nel Mediterraneo  e alcuni manufatti antichi, diversi da quelli in uso attualmente possono far capire agli studenti i diversi modi di vita e quindi costituire un approccio diretto a diversi modi di vivere la quotidianità, con attenzione all’importanza  della biodiversità.
La manifestazione è stata promossa dall’Università di Siena -Ufficio Accoglienza Studenti Disabili, Dipartimento di Scienze Storiche e Beni Culturali il Centro UnisiPA, e dall’Istituto  d’Istruzione Superiore Luca Signorelli di Cortona, con il patrocinio  dell’amministrazione Comunale di Cortona e la collaborazione del Museo Archeologico Etrusco di Cortona (MAEC).
L'esperienza inclusiva, promossa dall’Ateneo, vuole diffondere i principi  di accoglienza e integrazione,  visti come impegno civico dell'università, attraverso esperienze sull' accessiblità dei Beni culturali che coinvolgano le scuole di tre centri della Toscana. L'esperienza intende proporre anche modalità nuove di alternanza scuola/lavoro e percorsi di aggiornamento per gli insegnanti.
La mostra è stata allestita al MAEC  in collaborazione con il Comune.
I ragazzi sia di Siena che di Cortona saranno invitati a presentare un loro elaborato o prodotto che rifletta l'esperienza e il coinvolgimento avuto nel percorso formativo.
 
 

Ultimo agg.to: 2021-05-19 18:29:22