Celebrazioni etrusche: la Toscana riscopre le sue radici più profonde Cortona una delle otto eccellenze della Toscana

Pubblicato il 03/09/2016

Celebrazioni etrusche: la Toscana riscopre le sue radici più profonde
Cortona una delle otto eccellenze della Toscana 
 
Celebrata venerdì 2 settembre a Firenze in palazzo Panciatichi la prima Giornata degli Etruschi. 
Pergamene a otto città 'eccellenza della civiltà etrusca', targa al soprintendente Andrea Pessina. 
La Toscana riscopre le sue più antiche radici e celebra gli Etruschi, con una ‘Giornata’ che si svolgerà ogni anno il 27 agosto. 
Il primo appuntamento si è celebrato venerdì 2 settembre, per osservare il lutto nazionale decretato a seguito del devastante terremoto che ha colpito il Centro Italia. 
La Giornata degli etruschi sarà ogni anno motore di iniziative in tanti Comuni della nostra regione. 
Quest’anno sono cominciate il 20 agosto e proseguiranno fino al 4 settembre.  
Otto pergamene sono state consegnate a otto città “eccellenza della civiltà etrusca” e  Cortona è una di esse, assieme a Arezzo, Chiusi, Fiesole, Populonia (Piombino), Roselle, Vetulonia (Castiglione della Pescaia) e Volterra. 
A ricevere il riconoscimento per il Comune di Cortona l’Assessore alla Cultura Albano Ricci. 
La cerimonia di consegna si è tenuta nella sala del Gonfalone di palazzo Panciatichi. 
Il presidente dell’Assemblea, con a fianco la vicepresidente Lucia De Robertis (le celebrazioni etrusche sono una iniziativa dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale) ha conferito anche una targa ad Andrea Pessina, “per il ruolo già esercitato quale soprintendente ai Beni Archeologici della Toscana nella ricerca, conoscenza, valorizzazione della civiltà etrusca”.

Ultimo agg.to: 2021-03-14 17:29:10