Anteprima Cortona Mix Festival Martedž 26 luglio Dal Palazzone al MAEC la summa di Cortona in una sera tra musica e poesia

Pubblicato il 25/07/2016

Anteprima Cortona Mix Festival
Martedì 26 luglio
Dal Palazzone al MAEC la summa di Cortona in una sera tra musica e poesia
 
 
 
La quinta edizione del Cortona Mix Festival si prepara ad iniziare e lo fa con un’anteprima molto particolare.
Martedì 26 luglio in uno dei luoghi più belli e spettacolari di Cortona: il Palazzone, villa monumentale, posizionata nel crinale della collina di proprietà della Scuola Normale Superiore di Pisa, che anch’essa da quest’anno entrata nel novero delle collaborazioni illustri del festival, è in programma la serata di anteprima del Festival.
Il Palazzone fu costruito tra il 1521 ed il 1527 per volontà del Cardinale Silvio Passerini e fu progettata da Giovanni Battista Caporali detto il Bitti (1476-1560) architetto e pittore umbro allievo prediletto del “Perugino”. Uno scrigno d’arte che si aprirà straordinariamente agli ospiti. Nei suoi saloni, il famoso affresco del ciclo di storie romane del Papacello (Cortona 1505-1559) che comprende la “Battaglia del Trasimeno, ma soprattutto l’ultima fatica, incompiuta di Luca Signorelli, quel Battesimo di Cristo che l’artista cortonese non riuscì a terminare.
Qui il Comitato Cortona Cultura Mix Festival, composto da Gruppo Editoriale Feltrinelli, Accademia degli Arditi, Officine della Cultura e Orchestra della Toscana in accordo con il Comune di Cortona ha deciso di dare vita ad una serata particolare prima di lanciare ufficialmente il cartellone del festival che partirà  sabato 30 luglio.
A partire dalle ore 18 nel chiostro del Palazzone si esibirà Franco Maldoaldi, accompagnato alla fisarmonica da Ivano Battiston, in una lettura-concerto tratta dalla sua opera “Il mondo sia Lodato”.
Franco Malcoaldi è uno dei maggiori poeti italiani, fondatore di riviste e consulente di case editrici, ha scritto testi importanti per il teatro a d esempio ‘Benjaminowo' e ‘Sconcerto' con poi portati in scena da Toni Servillo, ma anche per grandi musicisti come Fabio Vacchi e Giorgio Battistelli e ha lavorato anche per Roberto Benigni per il quale ha scritto i monologhi de “I Dieci Comandamenti”. 
In questa occasione Malcoaldi porterà nel cuore del Palazzone, tra mura che hanno respirato la storia e che oggi intrattengono ricercatori di tutto il mondo, la sua ultima fatica “Il mondo sia lodato”.  12 canti che segnano i dodici mesi.
Una poesia musicale che ama la rima interna;  un’opera in versi e non una raccolta di poesie. Un’anteprima che riserverà, già da queste premesse, molte soprese, perché per coloro che vi si recheranno  vi sarà la possibilità di visitare il piano nobile del Palazzone, di ammirare gli affreschi del Papacello di respirare la storia di Cortona da una prospettiva diversa, di contaminazione rinascimentale. La serata d’inaugurazione proseguirà alle 21,15 in un altro luogo simbolo di Cortona Palazzo Casali, altra dimora che custodisce l’intera storia di Cortona con il museo MAEC.
Qui è previsto il concerto dei Rasenna  Brass  che si esibiranno nel chiostro di Palazzo Casali con un repertorio dedicato a Gershwin e per chi vi parteciperà (al costo di € 5)sarà possibile visitare di notte le bellezze del Museo MAEC.
L’organizzazione per facilitare l’accesso alla serata al Palazzone ha predisposto un servizio shuttle bus gratuito che, a partire dalle ore 17,30 e fino alle 21, da piazza Garibaldi porterà direttamente al Palazzone.
 
 

Ultimo agg.to: 2021-04-14 15:39:38