Interventi sulla Scuola a Cortona: Nessuna riduzione di spesa o razionalizzazione del servizio per mense e trasporti scolastici

Pubblicato il 03/10/2015


Interventi sulla Scuola a Cortona:
Nessuna riduzione di spesa o razionalizzazione del servizio per mense e trasporti scolastici

Intervento dell’Assessore alla Pubblica Istruzione Tania Salvi
“Gli aumenti di bilancio anche in tema di edilizia scolastica sono nero su bianco nel Bilancio preventivo 2015 ma anche e soprattutto sotto gli occhi di personale e famiglie che il 15 settembre sono tornati a scuola.”
 
 
Ancora una volta disinformazione, propaganda di basso profilo e cattiva informazione da parte delle forse politiche di minoranza sulla situazione delle scuole a Cortona.
Per chiarire la realtà dei fatti interviene il Vice Sindaco nonché Assessore alla Pubblica Istruzione Tania Salvi.
“Sarebbe stato molto semplice per Lega Nord e Movimento 5 Stelle dare una sbirciata anche rapida al Rendiconto di gestione 2014 ed al Bilancio di previsione 2015, documenti entrambi pubblicati sul sito del Comune per la trasparenza amministrativa ed ovviamente da tempo nelle disponibilità dei consiglieri comunali, prima di affermare che ci siano stati dei tagli o riduzioni del servizio di mensa e trasporto scolastici o insinuare mancanza di risorse per questi servizi fondamentali.
Avrebbero potuto comparare, dichiara Tania Salvi Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Cortona, la spesa totale di € 784.271,12 per il servizio di mensa scolastica nel 2014 con la cifra stanziata dall’amministrazione nel bilancio di previsione 2015 per lo stesso servizio, pari ad € 808.126,00.
Dove ravvedono Lega e 5Stelle una riduzione o taglio al servizio in queste cifre? Eppure dovrebbe ormai essere chiaro a chi ha un incarico di consigliere, da comunale a regionale, che il Bilancio di Previsione sia lo strumento anche politico di programmazione delle spese e di attuazione di idee e volontà nella pratica.
 
Dal 2000 le istituzioni scolastiche, pur facendo parte del sistema scolastico nazionale, hanno una propria autonomia amministrativa, didattica e organizzativa, la cosiddetta "autonomia scolastica". Operano in ogni caso nel rispetto delle norme generali sull'istruzione emanate dallo Stato.
La deliberazione degli orari scolastici, continua Tania Salvi, è tra le competenze delle Istituzioni Scolastiche, attraverso procedure ed organi deliberativi interni, sulla quale gli Enti Locali non hanno alcuna competenza o possibilità di indirizzo, oltre al fatto che ciò non sarebbe neanche opportuno.
I Comuni sono invece chiamati in causa nella conseguente organizzazione dei servizi di refezione e trasporto scolastico, questi ultimi sì invece di diretta competenza comunale.
A seguito dei nuovi orari scolastici, stabiliti recentemente dall’Istituzione scolastica per tutte le scuole primarie dell’Istituto Comprensivo II, ad eccezione del plesso con tempo pieno, è stata dunque effettuata una immediata e tempestiva verifica dell'organizzazione complessiva dei servizi scolastici di mensa e trasporto, senza alcun tipo di razionalizzazione, bensì il logico adattamento agli orari scolastici ed ai diversi pomeriggi di rientro settimanale per plesso.
 
Il trasporto scolastico, che viene in particolare menzionato afferma ancora l’Assessore alla Pubblica Istruzione Salvi, è un servizio che per sua natura può subire modifiche dei tracciati all’avvio di ogni scolastico, nell'ottica di un continuo miglioramento del servizio. Le corse vengono elaborate e riviste con precisione prima dell’avvio di ogni anno scolastico e testate qualche giorno prima a mezzi vuoti (e da qui l’importanza ed il nostro appello a che le famiglie che intendono usufruire del servizio ce lo comunichino in anticipo ed entro la scadenza per le iscrizioni).
Nello specifico di questo anno scolastico, prosegue ancora Tania Salvi, ci risulta che la quasi totalità delle corse che servono i plessi del Comprensivo II abbia subito il solo adattamento al suono della campanella. In molti casi anzi non è stato necessario neanche anticipare l'orario di partenza, poiché durante il precedente anno molti bambini arrivavano in anticipo a scuola e dovevano aspettare, mentre quest'anno arrivano con minor scarto di orario. Nella totalità delle corse che interessano le utenze dell'intero Comprensivo II, ci risultano due sole fermate, Terontola Alta e Pilistri, con variazione di orario rispetto allo scorso anno ed in ogni caso nella sola corsa del mattino, che era comunque stato applicato in via provvisoria per il solo a.s. 2014/2015 per motivi organizzativi del personale dipendente della ditta appaltatrice del servizio di trasporto e che non è possibile replicare quest'anno.
Risultano singolari una lettera anonima o segnalazioni mezzo stampa, quando rivolgendosi direttamente agli uffici si ottengono quotidianamente informazioni, chiarimenti e soprattutto si possono analizzare i casi specifici con cartografie e percorsi alla mano.
 
Da parte nostra, conclude il vice Sindaco di Cortona Tania Salvi, garantiremo supporto all'Istituzione scolastica in qualsiasi progetto o iniziativa di integrazione all'attiva didattica, come abbiamo sempre fatto nonostante le reali difficoltà di risorse generali. Sulla scuola non intendiamo tagliare o diminuire servizi, gli aumenti di bilancio anche in tema di edilizia scolastica sono nero su bianco nel Bilancio preventivo 2015 ma anche e soprattutto sotto gli occhi di personale e famiglie che il 15 settembre sono tornati a scuola.

Auspichiamo e siamo convinti che la costituzione dei due Istituti Comprensivi possa anzi portare ancora più stabilità e continuità nei prossimi anni in tema di programmazione dell'offerta educativa.”

Ultimo agg.to: 2021-05-19 18:29:22