NUOVE ACQUE - La Conferenza dei Sindaci della Valdichiana chiede certezza sugli investimenti e maggiore attenzione verso le fasce deboli della popolazione

Pubblicato il 27/11/2014

NUOVE ACQUE

La Conferenza dei Sindaci della Valdichiana chiede certezza sugli investimenti e maggiore attenzione verso le fasce deboli della popolazione

 

 

La Conferenza dei Sindaci della Valdichiana ha sollecitato ufficialmente la Regione Toscana e l’AIT Autorità Idrica Toscana  in merito agli investimenti strutturale da realizzare nell’area della Valdichiana Aretina.

Presa visione del Piano degli Investimenti 2014-2017 di Nuove Acque Spa e tenuto conto che spesso questi investimenti sono attesi da anni dalla cittadinanza e risultano di cruciale importanza per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini, chiediamo con forza che venga attuato al più presto il suddetto Piano riservando a Nuove Acque tutte le risorse necessarie già stabilite e non ancora trasferite senza ulteriori ritardi.

E' importante, tuttavia, che questi investimenti non pesino ulteriormente sulle tasche dei nostri cittadini e che gli investimenti previsti vengano effettuati con risorse certe e in tempi stabiliti.

Riteniamo importante, in quanto Sindaci e, quindi, rappresentanti di intere comunità, essere sempre informati in largo anticipo di cambiamenti normativi che possono essere impattanti per i nostri cittadini.

A tal proposito abbiamo fatto una richiesta pressante di incontro agli amministratori di Nuove Acque coinvolgendo tutte le forze politiche presenti nei Consigli Comunali, questo con l’obiettivo di rendere trasparenti e chiari i percorsi degli investimenti, presenti e futuri, della società ed anche per far comprendere i meccanismi di costruzione delle tariffe che poi determinano le bollette che arrivano ai cittadini.

In questa direzione il Comune di Foiano ha già realizzato un primo incontro aperto e Cortona lo ha in programma nelle prossime settimane.

La Conferenza dei Sindaci della Valdichiana, viste le ultime polemiche legate alle “partite pregresse”, chiede ai legali di Nuove Acque e AIT (Autorità Idrica Toscana) di verificare i rischi connessi con la retroattività dei rimborsi, questo per non trovarsi come in passato a dover restituire  milioni di euro agli utenti, bloccando, di fatto, gli investimenti sui territori.

Infine, la Conferenza dei Sindaci della Valdichiana chiede una maggiore attenzionedi Nuove Acque verso gli utenti più deboli elaborando tariffe con fasce di consumo ponderate sul numero di abitanti/familiari alla ricerca di una maggior economicità, proporzionalità ed equità.

Tutte queste comunicazione verranno inoltrate direttamente anche alla Regione Toscana e all’Autorità Idrica Toscana.”

 

 

Ultimo agg.to: 21/01/2022